044. La falce della morte

44 regnare in spagna

“Regnare in Spagna, cosa credi che sia questo!”
Spagna, 1936-39

La guerra civile in Spagna fu ben più di un semplice conflitto interno in una nazione: essa divenne il simbolo – fin troppo concreto – di un dissidio che divideva il mondo intero. La storia aveva posto alla civiltà moderna una domanda, e l’umanità si era divisa in due fazioni, due risposte che si escludevano a vicenda; l’esistenza di una negava la continuazione dell’altra, e l’unica soluzione sembrò annientare il nemico. Continua a leggere

Annunci

042. La Grecia e la fame

“Non lasciarli morire di fame”
Canada, 1943
Dal sito della McMaster University, Canada

Durante i primi anni della seconda guerra mondiale l’Italia condusse uno scellerato attacco contro il Regno di Grecia. L’invasione non fu certo facile come il comando italiano si aspettava; in breve la situazione precipitò, e solo l’intervento della Germania di Hitler riuscì a risolvere lo stallo. Continua a leggere

034. Il lupo vestito da pecora

Lupo nazista in veste di pecora

“Il nemico è furbo – state in guardia!”
Artista: Viktor Ivanov – U.R.S.S. 1945

Per la propaganda, l’entità più importante in assoluto è il nemico: è un problema che richiede una soluzione, è una domanda che suggerisce la risposta che si vuol far pensare alla propria gente.
Normalmente la polarità della guerra si risolve fra due nazioni: noi siamo il bene, mentre lo stato che affrontiamo è il nemico cattivo. Una delle dominanti della propaganda sovietica è invece l’insistenza sul nemico interno. Continua a leggere

020. L’operazione Cornflakes

Operation Cornflakes

“Il Reich sconfitto” 
Autore: Office of Strategic Services – U.S.A., 1944

Nel 1944 i servizi di intelligence statunitensi effettuarono una serie di originali ed ingegnosi attacchi propagandistici nei confronti della Germania nazionalsocialista.

Uno di essi è ricordato col nome in codice “Operation Cornflakes”.
La prima missione avvenne il 5 gennaio del 1945. Un treno delle poste tedesche fu bombardato dall’aviazione alleata; ma assieme alle bombe vennero gettati dagli aerei anche dei pacchi contenenti corrispondenza falsa, benchè recante indirizzi veri. Lo scopo era di confondere le lettere false con quelle vere, così che le poste tedesche, recuperando i pacchi postali dalle macerie, finissero col consegnare anche i pacchi americani. Continua a leggere

019. Ritorno all’ovile

Pecore plebiscito Saar

“Ritorno all’ovile”
Autore: Sidney “George” Strube – Inghilterra, pubblicata sul Daily Express del 16 gennaio 1935
Strube/Express Newspapers/N&S Syndication

Uno dei princìpi della moderna democrazia internazionale è l’autodeterminazione dei popoli: ogni popolo soggetto alla dominazione straniera ha diritto all’indipendenza, o a confluire in uno stato già presente che esso sente come propria patria.
Come spesso succede, però, i diritti vengono presi in considerazione soltanto quando torna comodo! Continua a leggere