050. Satira ed alchimia, parte 3

Thomas Rowlandson, La falsa fenice, o Un vano tentativo di risorgere

La falsa fenice, o Un vano tentativo di risorgere
Autore: Thomas Rowlandson – Regno Unito, 1813

Il mito solare vuole che al tramonto segua una nuova alba. Dalle ceneri della sconfitta la fenice può risorgere e trionfare nuovamente. E’ il simbolo del rinnovamento alchemico: il fuoco, simbolo del mutamento, diviene la fonte di rinascita. L’eternità si ottiene accettando il cambiamento, la vita eterna si incontra nella morte.

Il simbolo della fenice viene qui rovesciato in una efficace parodia. Serpi escono dalle fiamme, nel fumo si nascondono demoni. Il tentativo di rinascita è artificioso e vano, la sorte di Napoleone è ormai segnata. Lo scettro ed il globo crucigero cadono dalle mani, la corona è in fiamme. Continua a leggere

Annunci

49. Satira ed alchimia, parte 2

L0032282 The powers of Europe as alchemists who dissolve the alliance

Chimici politici e storte tedesche, o Lo scioglimento della Confederazione del Reno
Autore: Thomas Rowlandson – Regno Unito, 1813

Le potenze d’Europa vengono raffigurate come alchimisti intenti a sciogliere la Confederazione del Reno, protettorato napoleonico in Germania. La Confederazione del Reno crollò dopo la sconfitta di Napoleone in Russia, adombrando già la successiva disfatta di Lipsia. Continua a leggere

048. Satira ed alchimia, parte 1

James Gillray - La dissoluzione - L'Alchimista produe una rappresentazione eterica

La dissoluzione – L’Alchimista produce una rappresentazione eterica
Autore: James Gillray – Gran Bretagna, 1796

La satira politica e la propaganda attingono a piene mani dall’immaginario simbolico di miti e leggende. In alcuni casi viene utilizzata perfino l’iconografia dell’alchimia, anch’essa ricca di simboli ed allegorie tanto affascinanti quanto difficili da decifrare.

L’alchimista in questa immagine è William Pitt, capo di stato britannico all’epoca della rivoluzione francese e delle guerre napoleoniche.
Con una folgorante carriera politica, Pitt divenne primo ministro già a 24 anni. Il forte appoggio politico e finanziario che la Corona gli garantiva viene qui rappresentato dal mantice a forma di corona, e dal denaro usato per alimentare le fiamme del forno alchemico. Continua a leggere

047. Babbo Natale in guerra

santa

“Santa Claus è andato in guerra! – Il vostro regalo – Un’abbondanza di armi – La via interna per gli U.S.A.”
U.S.A., 1942

Il Natale è una festa che coinvolge l’intera famiglia, emozionando grandi e piccini. I suoi simboli sono conosciuti ed amati da chiunque: uno strumento di comunicazione eccezionale, che viene ampiamente sfruttato sia dalla pubblicità commerciale che dalla propaganda politica.
Continua a leggere

046. Le mezze verità

Post-truth - Oxford dictionaries word of the year 2016

La parola dell’anno 2016
Oxford Dictionaries 

Secondo un articolo pubblicato sul sito internet dell’Oxford Dictionaries la parola dell’anno 2016 è “post-truth“. L’aggettivo descrive una dinamica ormai familiare: la verità fattuale non ha un grande impatto sull’opinione pubblica, che risponde invece molto più prontamente a finzioni anche palesi, ma in grado di sfiorare le corde scoperte dell’emotività e delle appartenenze personali. Continua a leggere

045. E’ tempo di falciare!

E' tempo di falciare!

“E’ tempo di falciare”
Autore: Viktor Nikolaevich Deni – U.R.S.S., 1920

Nel 1919 ebbe inizio un conflitto fra la Polonia e l’Unione Sovietica, per il controllo di un’area grossomodo corrispondente all’odierna Ucraina. La propaganda sovietica si attestò su una tecnica ben collaudata, dipingendo i capi di stato polacchi come nemici della rivoluzione; anche la controffensiva polacca seguì una linea classica, descrivendo l’offensiva sovietica ad una sanguinaria invasione.

In questo manifesto sovietico si può osservare un contadino russo che con la falce recide la testa di due nemici. Quello a sinistra è la caricatura del presidente polacco Józef Piłsudski, mentre l’altro è Pëtr Nikolaevič Vrangel’, ex ufficiale russo che dopo la rivoluzione cercò di contrastare l’Armata Rossa. Continua a leggere

044. La falce della morte

44 regnare in spagna

“Regnare in Spagna, cosa credi che sia questo!”
Spagna, 1936-39

La guerra civile in Spagna fu ben più di un semplice conflitto interno in una nazione: essa divenne il simbolo – fin troppo concreto – di un dissidio che divideva il mondo intero. La storia aveva posto alla civiltà moderna una domanda, e l’umanità si era divisa in due fazioni, due risposte che si escludevano a vicenda; l’esistenza di una negava la continuazione dell’altra, e l’unica soluzione sembrò annientare il nemico. Continua a leggere